Il ruolo dell'infermiere professionale tra responsabilità e percorso assistenziale
(ruolo infermiere)

Responsabile scientifico:
Dott.ssa Valentina Cesiano

Periodo di svolgimento:
28 aprile - 31 dicembre 2017

Accreditato per:
Infermieri
Infermieri Pediatrici
Obiettivo formativo:
Principi, procedure e strumenti per il governo clinico delle attività sanitarie

La centralità del ruolo dell'infermiere professionale dal percorso assistenziale alla vera e propria somministrazione delle cure richiede un riordino della disciplina ed un'integrazione dei protocolli operativi con il senso della responsabilità professionale del ruolo infermieristico. Il corso mira ad accrescere la consapevolezza della centralità della figura dell'infermiere al fine di garantire maggiore qualità assistenziale, relazionale e gestionale nell'ambito della propria attività. Attraverso l'utilizzo di strumenti quali cartella infermieristica e protocolli operativi, l'obiettivo è di integrare nella pratica operativa l'uso degli stessi per valorizzare la persona e non solo il professionista.
Nell'ambito professionale dal momento che l'orientamento è sempre più verso il lavoro di equipe e la presa in carico globale dell'utente si passa dalla responsabilità individuale alla responsabilità comune o corresponsabilità.
Il corso vuole sviluppare le competenze dell'infermiere nel processo di gestione e assistenza all’utente e favorirne l'assunzione di responsabilità, in modo da sviluppare in modo efficace la propria pratica clinica, coniugare la propria esperienza con lo sviluppo delle conoscenze scientifiche e interagire in modo efficace con gli altri professionisti dell'equipe.
Il coinvolgimento di tutta l'equipe mira a creare delle sinergie che facilitano la qualità dell'assistenza sanitaria erogata con una sensibile riduzione delle cause di rischio per operatori ed utenza.



Crediti ECM: 21

Evento ECM accreditato con ID 360-192157

Ore di studio previste: 14 (autoapprendimento con tutoraggio)

Costo del corso: 20€

L'attribuzione dei crediti è vincolata al superamento del test ECM (almeno 75% delle risposte corrette); sono permessi 5 tentativi.
Il test è a risposta multipla, con singola risposta esatta tra quattro disponibili.
Il test è a doppia randomizzazione.